Erba luigia o erba cedrina: scheda tecnica di coltivazione

  • Nome scientifico: Lippia citriodora.
  • Famiglia: Verbenacee.
  • Ciclo colturale: perenne.
  • Terreno ideale: sciolto, drenante, mediamente ricco di sostanza organica.
  • pH ideale: da 6 a 7,5.
  • Preparazione del terreno: vangatura a 15 – 20 cm su tutta la superficie di coltivazione.
  • Concimazione: media (2 – 3 kg ogni m2), con letame maturo. Ridurre il peso del concime 10/1 se si usa stallatico essiccato . Ottima anche l’aggiunta di compost al terreno di coltivazione.
  • Messa a dimora: l’erba luigia, conosciuta anche come erba cedrina, possiamo metterla a dimora partendo da marzo – aprile con piantine reperite in vivaio, oppure seminare a 0,5 cm di profondità ogni 20 cm per poi diradare lasciando una pianta ogni 40 cm circa.
  • Temperatura di germinazione: 18 °C.
  • Clima ideale: mite, con temperature invernali che non scendono sotto ai 0 °C.
  • Esposizione solare: pieno sole.
  • Sesto d’impianto: lasciare 40 cm tra le piante e 80 cm tra le file.
  • Potatura: a fine inverno rimuovere eventuali parti secche o danneggiate dal vento. Acquista le apposite forbici 
  • Irrigazione: moderata, senza mai creare ristagni idrici.
  • Consociazioni consigliate: vicino all’erba luigia possiamo coltivare qualsiasi ortaggio.
  • Coltivazione in vaso: molto indicata, con un contenitore di almeno 30 cm di diametro. Compra il vaso qui 
  • Avversità principali: marciumi radicali.
  • Insetti e parassiti: afidi.
  • Quando raccogliere: al bisogno raccogliere le foglie.
  • Utilizzi: possiamo utilizzare l’erba cedrina per aromatizzare qualsiasi pietanza per farle assumere un delicato sapore di limone. Ad esempio viene utilizzata per aromatizzare un estratto di frutta.
  • Conservazione: le foglie possono essere conservate essiccate in contenitori di vetro .
  • Moltiplicazione: da talea o da seme.

Prodotti consigliati per la coltivazione dell’erba luigia o erba cedrina:

Lascia un commento