Borragine: scheda tecnica di coltivazione

  • Nome scientifico: Borago officinalis.
  • Famiglia: boraginaceae.
  • Ciclo colturale: annuale.
  • Terreno ideale: si adatta bene a svariati tipi di terreno.
  • pH ideale: da 5 a7,5.
  • Preparazione del terreno: vangatura a 15 – 20 cm su tutta la superficie di coltivazione.
  • Concimazione: media (2 – 3 kg ogni m2), con letame maturo. Ridurre il peso del concime 10/1 se si usa stallatico essiccato . Ottima anche l’aggiunta di compost al terreno di coltivazione.
  • Messa a dimora: aprile – maggio in solchi profondi 1 cm oppure a spaglio, successivamente diradare affinché resti una pianta ogni 15 cm.
  • Temperatura di germinazione: 18 – 20 °C.
  • Clima ideale: mediterraneo.
  • Esposizione solare: pieno sole, mezz’ombra.
  • Sesto d’impianto: lasciare 15 cm tra una piantina e l’altra.
  • Potatura: al fine di prelevarne foglie e fiori.
  • Irrigazione: moderata, resiste bene a brevi periodi di siccità.
  • Consociazioni consigliate: la borragine può essere coltivata all’interno dell’orto familiare vicino a tutte le piante orticole in quanto il fiore attira molto gli insetti impollinatori. La borragine può essere seminata anche all’interno dei contenitori dedicati alla coltivazione dei pomodori in vaso per attirare insetti pronubi sul proprio terrazzo.
  • Coltivazione in vaso: molto indicata, con un contenitore di almeno 20 cm di diametro. Compra il vaso qui 
  • Avversità principali: malattie fungine.
  • Insetti e parassiti: la borragine è una pianta aromatica che difficilmente viene attaccata da insetti e parassiti.
  • Quando raccogliere: al bisogno prelevare foglie e fiori.
  • Utilizzi: la borragine può essere utilizzata per aromatizzare bevande alcoliche e succhi di frutta, le foglie inoltre possono essere consumate in insalata o inserite tritate in minestre e frittate. Impanate e fritte le foglie diventano croccanti e sfiziose.
  • Conservazione: meglio prelevare foglie e fiori freschi all’occorrenza.
  • Moltiplicazione: da seme.

Prodotti consigliati per la coltivazione della borragine:

Lascia un commento