Energie rinnovabili in Italia, una ventata di aria fresca per il nostro pianeta

Un cambio di rotta sostenibile

La produzione di energia è la causa maggiore di inquinamento del nostro pianeta, l’utilizzo dei combustibili fossili sta sempre più velocemente degradando l’ambiente in cui viviamo, peggiorando la qualità dell’aria che respiriamo e riducendo il nostro benessere.

Fortunatamente però, a livello globale, stiamo osservando un cambio di rotta sul fronte della produzione di energia.

In Italia in particolare, il trend di questo settore sta vedendo un cambiamento radicale grazie ad una serie di investimenti “green”, che mirano a ridurre l’inquinamento nazionale, a partire dalla produzione energetica.

Stanno infatti aumentando sempre più le fonti di energie rinnovabili, come parchi eolici o solari, ed anche il mercato sta cambiando rotta verso scelte più ecosostenibili.

Sia le piccole-medie imprese sia le compagnie più espanse in Italia stanno puntando verso la distribuzione di energie provenienti da fonti naturali, riducendo di molto la produzione energetica da combustibili fossili.

Ad oggi le fonti di energia alternativa del nostro Paese, grazie a importanti investimenti e allo sviluppo di nuovi impianti, hanno permesso di soddisfare più del 36% della domanda di energia elettrica.

energie rinnovabili green deal europa italia

Un piano di investimenti mirato

Gli investimenti a favore di energie rinnovabili hanno fatto apparire degli obiettivi piuttosto chiari: decarbonizzare l’economia, raggiungere gli obiettivi del Piano governativo per l’energia e il clima (Pniec), perseguire il Green Deal Europeo.

Un piano economico questo che, secondo Confindustria Energia, mobiliterà 110 miliardi di euro di investimenti da qui al 2030, permettendo la ripartenza del Paese durante la Fase 2.

Giuseppe Ricci, presidente di Confindustria Energia, evidenzia che «nella difficile situazione economica causata dall’emergenza sanitaria gli investimenti in infrastrutture energetiche rappresentano per l’Italia un’opportunità per la ripresa economica post coronavirus».

A trainare il piano economico sono infatti le fonti di energia rinnovabili, un settore in crescita esponenziale già da diversi anni. L’Irena, Agenzia internazionale dell’energia rinnovabile, ha stimato lo scorso mese che quasi il 75% della nuova capacità di produzione elettrica installata nel 2019 è rinnovabile.

Ad oggi le fonti di energia rinnovabili forniscono in totale più di un terzo dell’elettricità mondiale e la costruzione di centrali elettriche a combustibili fossili è in calo in Europa e negli Usa.

Il piano economico per la ripresa del Paese durante la Fase 2 punta in particolare su impianti solari ed eolici, fonti di energia che nel 2019 hanno occupato rispettivamente il 55% ed il 34% di tutte le rinnovabili, e di cui è previsto un incremento del 30% nei prossimi mesi. Gli investimenti sulle fonti di energia fossili invece, verranno ridotti del 25%, grazie a provvedimenti già attuati nei mesi precedenti.

La chiave di questa scelta “green” consiste nell’inesauribilità e nell’indipendenza energetica. Se in alcuni casi la produzione di idrocarburi si rivela più economica, rimane comunque un dato incerto nel lungo periodo ed il costo di importazione non potrà che aumentare nei prossimi anni. Le fonti rinnovabili invece assicurano un approvvigionamento inesauribile di energia e permettono la riduzione dei costi di rifornimento nel lungo periodo; gli impianti di produzione energetica saranno infatti realizzati all’interno dei confini nazionali, eliminando i costi d’importazione.

Scegliere il percorso della sostenibilità, a favore della Terra, ha portato anche alla diffusione di nuove tecnologie, già presenti in passato e diventate oggi di uso comune come, per esempio, le bici elettriche.

L’indagine di Confindustria Energia prevede che, grazie allo sviluppo del settore energetico rinnovabile, vedremo presto un incremento occupazionale di 135 mila posti di lavoro annui, necessari per la costruzione e la digitalizzazione degli impianti energetici.

Il totale degli investimenti raggiungerà i 350 miliardi solamente durante il primo periodo di costruzione, con ricadute positive sul Pil dello 0,8% nei prossimi dieci anni.

Una linea più “verde” dell’economia nazionale potrebbe rivelarsi la migliore alleata dell’economia nazionale. Già nel 2018 l’economia circolare in Italia contava 88 miliardi di fatturato, raggiungendo l’1,5% del valore aggiunto nazionale, con un numero di lavoratori impegnati nel settore pari a 575 mila.

L’Italia è ormai affermata come tassello fondamentale per il piano di investimenti green nell’area del Mediterraneo, indicata proprio dall’ Osservatorio Mediterraneo dell’Energia come il miglior traino per favorire un’accelerazione della transizione energetica sostenibile.

pannelli solari fotovoltaici energia pulita

Energie rinnovabili accessibili a tutti

La chiave principale di tutti questi cambiamenti risiede sicuramente nel fatto che le energie rinnovabili non siano disponibili solo nella grande distribuzione, ma stiano subendo anche ad un incremento esponenziale di vendite sul mercato dei prodotti accessibili ai singoli cittadini, per avere energia pulita quando e dove serve.

Un esempio lampante sono i power bank a pannelli solari, che hanno visto un aumento vertiginoso delle vendite negli ultimi anni. Questi dispositivi infatti permettono di caricare il cellulare o un altro power bank tramite una presa USB collegata a celle fotovoltaiche. In presenza di sole la carica risulta rapidissima e, cosa più importante, pulita al 100%. Fra i migliori power bank che abbiamo trovato sul mercato possiamo consigliarvi il Choetech, semplice da utilizzare e con un design che lo rende più elegante,  “camuffandolo” e  rendendolo utilizzabile sia per le passeggiate in montagna sia per le giornate di lavoro:

CHOETECH Caricatore Solare, 14W Caricabatterie Solare Portatile Pieghevole, Impermeabile Compatibile con Apple iPhone, Samsung Galaxy, Huawei, Xiaomi, iPad, Fotocamera, Tablet, Altoparlanti Bluetooth
  • 【4 Pannelli】Questo caricatore solare possiede 4 pannelli solari (SUN-Power) ultra leggeri che offrono un alto tasso di conversione fino al 25%, fornendo una carica sufficiente per caricare il tuo dispositivo USB paragonato ad altri caricabatterie solari a 3 pannelli.
  • 【Piccolo & Portatile】È il caricabatterie a pannelli solari più compatto sul mercato: 14,8 * 15,3 * 5,4 cm di dimensioni quando e piegato, proprio come un portafoglio e solo 360 grammi di peso. Ottimo per viaggiare fuori dai sentieri battuti senza l'accesso elettrico e non occuperà molto spazio nel tuo zaino.
  • 【Energia per Tutti】Ogni dispositivo USB funzionerà perfettamente con questo caricabatterie, inclusi tablet e telefoni cellulari di tutte le marche, Kindle, powerbank, fotocamera, torce, cuffie purché i tuoi dispositivi possano essere caricati da una presa USB. Questo è un MUST da portare in vacanza soprattutto per i luoghi con forte luce solare.
  • 【Carica Diretta】 Il caricabatterie a pannelli solari riceve energia solo dal sole diretto e carica contemporaneamente altri dispositivi fino a 2,1A. NESSUNA batteria integrata per accumulare l’energia. Può essere posizionato in giardino, sul davanzale della finestra o sul cruscotto di un'auto con il parabrezza, appeso a una finestra laterale, al aperto sul telo o su un albero con 2 clip "D" incluse per appenderlo ovunque o fissarlo su uno zaino.
  • 【Impermeabile & Durevole】Decisamente impermeabile anche se sei stato beccato da una brutta pioggia. Tuttavia, non è consigliabile l'utilizzo in condizioni di forte pioggia. I certificati CE, FCC e RoHS forniscono una ricarica sicura. Questo caricabatterie è perfetto per l'uso quotidiano quando si e al aperto in tempo nuvoloso e alla luce diretta del sole.

Lascia un commento